DIMENTICARE, LA SALUTE E’ A RISCHIO

La ricerca scientifica fa un altro passo in avanti nello studio della mente, esattamente nei ricordi della memoriache ognuno di noi, a volte, stenta a ricordare. Ma c’è un pericolo in agguato se la memoria civiene a meno, premetto non che sia così per tutti coloro che sono abitualmente smemorati, ma è stato scoperto che se la memoria ci abbandona, può essere un segno di non perfetta salute. Non si tratta di quella psichica ma di un alto rischio di subire un ictus. E’ quello che hanno scoperto recentemente i ricercatori scientifici, inoltre può   aumentare fino a 10 volte per i cinquantenni che hanno problemi nel ricordare, potrebbe essere un campanello d’allarme. Chi ha vuoti nel ricordare, infatti, sembra correre più rischi di avere un ictus. Lo dimostra uno studio che verrà presentato al meeting annuale dell’American Academy of Neurology’s, in programma a Honolulu dal 9 al 16 aprile prossimi.

Per arrivare a questi risultati, gli studiosi hanno sottoposto 14.842 persone a un test di fluidità verbale e altre 17.851 a un test di memoria. Il campione, età media 67 anni, è stato monitorato nei 4,5 anni successivi per verificare quanti avrebbero avuto un ictus. Così i ricercatori hanno potuto constatare che il pericolo di un attacco ischemico era quasi quadruplo nelle persone che erano andate male ai test. Non solo. Per i 50enni con problemi di memoria il rischio era quasi 10 volte più alto, 9,4 volte per l’esattezza.

«Questa ricerca – spiega Abraham J. Letter, della University of Alabama di Birmingham, autore dello studio – mostra che potremmo prevedere con molti anni di anticipo un ictus, sottoponendo una persona che ha già qualche fattore di rischio a un semplice test per misurare la funzionalità della sua memoria»

 dimenticare, la salute è a rischio,medicina,star bene,ictus,malattie,memoria,scienza,salute,

DIMENTICARE, LA SALUTE E’ A RISCHIOultima modifica: 2012-07-07T21:52:08+00:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento