RAFFREDDORE ADDIO

Integratori a base di zinco sono ottimi antidoti per ridurre fastidi e durata delle malattie da raffreddamento. A promuovere il minerale è una revisione di 15 trial condotti su 1.360 persone, pubblicata sulla Cochrane Library. Secondo gli autori, i risultati possono aiutare a ridurre i giorni persi al lavoro e a scuola per colpa del raffreddore.

Secondo  i dati, infatti, questo malanno di stagione è responsabile di circa il 40% delle assenze dagli uffici e di milioni di giorni di scuola persi ogni anno. L’idea di testare lo zinco contro il raffreddore arriva da una ricerca del 1984: l’analisi rivela ora che sciroppi, pasticche o pillole di zinco, presi entro un giorno dai primi sintomi del malanno, riducono  drasticamente e durata dei sintomi.

E  dopo sette giorni i pazienti che avevano preso lo zinco si erano liberati dei sintomi molto più di quelli  che non lo usano. Inoltre per i bambini che hanno seguito la cura a base di integratori per cinque mesi almeno, si sono presi meno febbre, tosse, raffreddore e hanno accumulato meno assenze a scuola.  Direi che aiuterebbe anche a ridurre le assenze che già sono molte nel periodo freddo, basti pensare che bel il 40% delle assenze di lavoro e la maggior parte di quelle scolastiche – calcolate in milioni di ore – sono dovute alla costipazione dovuta al raffreddore.
«La revisione rafforza l’evidenza che lo zinco sia utile contro il raffreddore», dice Meenu Singh del post Graduate Institute of Medical Education and Research di Chandigarth (India). «Comunque al momento è ancora difficile fare una raccomandazione generale, perché sappiamo ancora troppo poco per quanto riguarda la dose ottimale, la formulazione e la durata del trattamento». Dunque occorrono ulteriori studi per far luce appieno sull’effetto dello zinco.

 

RAFFREDDORE ADDIOultima modifica: 2012-06-10T17:26:16+00:00da francof55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento